Il nome della rosa di Umberto Eco

Utility-Fun
descrizione, storia e recensione di uno dei libro che ho letto
Title:   Der Name der Rose Il Simbolo Perduto
Scrittore:Eco Umberto
Data Pubblicazione:1980
Genere:Thriller
Ambientazione:Monastero Medioevale, 1327
Protagonista:Guglielmo da Baskerville
Editore:Bompiani
Collana:Tascabili
Pagine:514
ISBN:8845207056
   
I Love ShoppingTrama:
Attenzione: di seguito viene rivelata, del tutto o in parte, la trama dell'opera.
Il romanzo d'esordio nella narrativa di Umberto Eco. Ecco alcuni commenti: "Il libro più intelligente - ma anche più divertente - di questi ultimi anni" (Lars Gustafsson, Der Spiegel); "Il libro è così ricco che permette tutti i livelli di lettura ... Eco, ancora bravo!" (Robert Maggiori, Libération); "Brio e ironia. Eco è andato a scuola dai migliori modelli" (Richard Ellmann, The New York Review of Books); "Precisamente il genere di libro che, se fossi un milionario, comanderei su misura" (Punch); "Quando Baskerville e Adso entrarono nella stanza murata allo scoccare della mezzanotte e all'ultima parola del capitolo, ho sentito, anche se è fuori moda, un caratteristico sobbalzo al cuore." (Nicholas Shrimpton, The Sunday Times); "E' riuscito a scrivere un libro che si legge tutto d'un fiato, accattivante, comico, inatteso..." (Mario Fusco, Le Monde); "E'un tipo di libro che ci trasforma, che sostituisce la nostra realtà con la sua... ci presenta un mondo nuovo nella tradizione di Rabelais, Cervantes, Sterne, Melville, Dostoevskij, lo stesso Joyce e García Marquez." (Kenneth Atchity, Los Angeles Times); "Mi rallegro e tutto il mondo delle lettere si rallegrerà con me, che si possa diventare best seller contro i pronostici cibernetici, e che un'opera di letteratura genuina possa soppiantare il ciarpame... L'alta qualità e il successo non si escludono a vicenda." (Anthony Burgess, The Observer).

Voto
Capolavoro!
Medioevo. Un’imponente e misteriosa abbazia francescana è la location del più grande thriller storico mai scritto. La genialità di Umberto Eco esplode nel mondo letterario con questa meravigliosa storia, che per la prima volta unisce i misteri di un abbazia, le tecniche investigative di un monaco e i primi contrasti all’interno dei vari ordini religiosi. L’ambientazione è unica nel suo genere, e le pagine in cui Eco, tramite il protagonista del romanzo, Fra Guglielmo da Baskerville, descrive la meravigliosa e imponente biblioteca di questa abbazia restano tra le più affascinanti e uniche della letteratura contemporanea. Il contrasto ,tra il nascondere la conoscenza, considerata blasfema, e la gioia di poter entrare in possesso di opere considerate inestimabili, sta alla base di questo romanzo. L’abilità lessicale di Eco rende la lettura appassionante, coinvolgente e allo stesso tempo misteriosa, catapultando il lettore tra i silenzi, i misteri e le contraddizioni di un’intera epoca. Non per ultima, quasi sullo sfondo degli avvenimenti, resta l’avventura vissuta da un giovane novizio, assistente di Fra Guglielmo, e del suo unico e fugace primo amore, che resterà per lui un ricordo indelebile. Un’unica e bellissima rosa in una vita votata a Dio.
fonte immagini: Wikipedia
me


Home Page © Valentina

0 commenti:

Posta un commento

Articoli Correlati