Maybe Baby

Cinema-Tv
Title: Maybe Baby
Nazione: Gran Bretagna
Anno: 2000
Genere: Commedia
Durata: 104'
Regia: Ben Elton

Cast: Hugh Laurie, Joely Richardson, Emma Thompson, Rowan Atkinson
Produzione: 
Distribuzione: Medusa
Al cinema: 18 Agosto 2000

Trama:
Una coppia felice... ma nonostante rituali new age afrodisiaci e sesso con luna piena, il figlio desiderato non arriva. È crisi... ma nei modi più esilaranti e inaspettati. Una frizzante commedia romantica con un finale a sorpresa e la travolgente partecipazione di Mr Bean.

La mia recensione del film visto oggi
Voto
Divertente!
Stasera sono andata a vedere il nuovo film che si intitola May Be Baby...
...non sarei mai andata a vederlo in realta’ perche’ dalla presentazione mi sembrava troppo mediocre da spenderci i soldi per il cinema. Lo ritenevo troppo stupido: secondo me, la presentazione deve essere molto piu’ rivalutata… per qualunque film, perche’ in questo caso mi sarei persa un BEL film. Quando dico, lo aspettero’ in videocassetta, poi in realta’ quando ne vado ad affittare uno… non mi ricordo mai quali volevo vedere… quindi me lo sarei persa, o sarebbe passato troppo tempo. Inoltre, a meno che non avete una bella sala buia, senza rumori, che vi permette di vedere e capire realmente un film… non c’e’ niente di meglio del cinema.
Non saprei dire perche’ mi sia piaciuto tanto: c’era qualcosa che mi ha colpito.
Non vedevo l’ora di mettere per iscritto tutte le mie sensazioni, ma adesso che sono qui, non so da dove cominciare. C’e’ sempre la solita storia d’amore, che in un film non manca (come se si volesse continuamente pubblicizzare l’amore vero..... che solo poche e rare persone riescono a trovare!), c’e’ il solito distacco di quando senti che stai guardando un film e non la vita reale, e c’e’ il solito spirito, humour o come lo si vuole chiamare. Pero’ l’umorismo inglese e’ veramente particolare, ti fa ridere sul serio e allo stesso tempo ti fa riflettere. Tutto cio’ di cui tratta il film in realta’ dovrebbe far piangere, essere considerato drammatico, ma io sono rimasta seduta sulla mia poltrona, mentre i titoli scorrevano e la gente faceva la calca per uscire con un groppone in gola e le lacrime che non scendevano perche’ mi era rimasto il sorriso stampato sulla faccia. Probabilmente nessuno li’ dentro ha provato la stessa cosa: la gente quando guarda un film, difficilmente si ferma a pensare al suo significato,, quello che viene sempre detto e’ “... mi ha fatto morir dal ridere quella scena in cui...” oppure “...forte quando lei...”. Nel trailer si capisce che l’argomento e’ la sterilita’ di una coppia, che e’ poi l’argomento su cui si basa tutta la storia del film… ma io ci ho visto di più. Si parla anche di noi donne, del nostro grande desiderio di avere un figlio e di quello che siamo disposte a passare pur di averne uno nella vita. Come dice la protagonista, non so spiegarvi perche’ c’e’ questo desiderio fin dalla nascita di mettere al mondo qualcuno che provenga da te, dal tuo corpo. E’ una sensazione che gli uomini non capiscono, ma che a loro modo sentono. Oramai il mondo e’ cambiato tanto, e tutte le generazioni nuove forse non vogliono piu’ cosi’ tanto un figlio, visto che si parla di carriera o di aspettare, quindi non saprei neanche se e’ corretto dire che la maggior parte delle donne desidera avere un figlio… ma sono sicura di affermare una cosa giusta, nominando un gran numero di donne. Adesso anche nei rapporti omosessuali si parla di figli, sono disposti ad adottarli pur di averli: sinceramente non conosco quel mondo cosi’ bene da capirne la loro visione, ma ho fatto questo accenno per dire che comunque e’ un sogno comune.
Perche’ i problemi della gente ci attraggono tanto? Perche’ il dramma fa notizia? Forse perche’ ci ritroviamo in quei problemi? E’ probabile! Quando parli di qualcosa di drammatico ad una cena, e dici sempre che e’ successo ad un amico, c’e’ sempre qualcun altro che dice “... e’ vero anche ad un mio amico e’ successo”. I problemi se sono comuni ce li fanno sentire meno pesanti forse…
Pero’ l’altro giorno ho sentito una frase che mi e’ piaciuta tantissimo: “perche’ i tuoi problemi sono sempre piu’ grandi degli altri?”; risposta:“perche’ sono i miei”. E’ proprio questo il punto: non me ne frega niente che c’e’ gente che sta peggio di me (oddio, non vorrei offendere nessuno per questo!) perche’ c’e’ sempre qualcuno che sta anche meglio. La maggior parte della gente scappa di fronte ai problemi… ed e’ lo stesso problema per cui si parla dei problemi sempre in terza persona, o se ne parla solo se l’altro comincia… si cerca di metterla sempre sul comico, altrimenti la gente scappa! Siamo sempre tutti pieni di problemi, che non ce ne frega niente di quelli degli altri… magari li possiamo ascoltare per un giorno, cosi’, per simpatia, per fare un gesto da amico o di semplice bonta’... ma il problema rimane e non vogliamo sentirlo anche il giorno dopo, ci stufa, ci annoia, e si scappa. Le persone divertenti sono le piu’ ricercate, le persone simpatiche sono quelle con cui si vorrebbe passare piu’ tempo possibile… tutto perche’ ci distraggono dai nostri problemi.
Ma se quelle stesse persone un giorno hanno un crollo e scopriamo che per un giorno non sono divertenti, incominciamo a non cercarle più... com‘e’?
Forse ho divagato di nuovo.... ma non sto scrivendo controllando la grammatica o seguendo un filo logico.. scrivo di getto tutto quello che mi sta passando per la mente. Mente contorta, strana e da 24enne… sicuramente, ma e’ la MIA mente.
 
Maybe Baby
Maybe Baby
Maybe Baby
Maybe Baby
Maybe Baby
Maybe Baby
Maybe Baby
Il groppone che mi ha lasciato il film May Be Baby e’ dovuto dal fatto che vedi sempre questi grossi problemi, risolti, perche’ sono in due ad affrontarli. Lo stesso problema, rovina l’amore, l’unione… ma poi il sentimento e’ talmente forte da rimediare a tutto. Sarebbe bello poter avere sempre qualcuno a cui dire “mi aiuti?” “mi consoli?” o semplicemente “mi ascolti?”. Mi e’ piaciuto anche il fatto che i sentimenti piu’ forti erano ispirati o nati dal mio amatissimo Shakespeare: l’uomo piu’ geniale della storia, piu’ intelligente, piu’ romantico e drammatico. Tutte le sue storie sono ancora attuabilissime, e commuovono ancora tutte le generazioni. I suoi sonetti danno ancora speranza e fanno sognare. L’amore come lo intendeva lui e’ quello che tutti vorrebbero incontrare nella vita.. ma che ti porta inequivocabilmente alla rovina di te stesso.
C’e’ sempre un errore che commetti in amore e che per quanto tu voglia tornare indietro a cancellarlo, o cerchi di rimediare, rimane u’ vivo che mai… e lacera a poco a poco qualunque tipo di unione. Puo’ semplicemente trattarsi solo dello spegnimento dell’entusiasmo iniziale, che pero’ ad una donna manca sempre.
E’ facile conquistare una persona, farla innamorare alla follia e vivere un sogno vero e proprio, ma se tutto questo non dura… si entra nella quotidianita’, nella pigrizia, nella mancanza di idee e nella normalita’, la scintilla d’amore prima o poi si spegne. Perche’ nei film le storie d’amore durano sempre? Perche’ insorge sempre un problema: che sia un tradimento fisico, psicologico, una carognata, la quotidianita’, il cambiamento del carattere o la crescita personale.. tutto questo crea dolore, sofferenza nella coppia. Se l’amore che li aveva uniti fino a quel momento era sincero, ci si ricorda come tutto era nato, e si ripetono le stesse azioni, gli stessi corteggiamenti. Il romanticismo non dovrebbe mai morire in una coppia; dare per scontato che la persona che vogliamo oramai e’ conquistata, vuol dire far morire l’amore dell’altra persona.

Ovviamente a volte l’amore si spegne semplicemente perche’ si e’ conosciuta veramente la persona che abbiamo cercato di conquistare, la quotidianita’ ed i problemi fanno rivelare questo; i problemi possono anche cambiare una persona, irrimediabilmente, ma la vita e’ un continuo cambiamento, e’ l’amore che cerchiamo di tener vivo che ci permette di adeguarci alla nuova persona. Mi sembra di fare un po’ troppo la psicologa in tutto questo discorso, ma questo film mi ha fatto venire in mente tante di quelle idee, che neanche domani avrei finito di scrivere. Tra l’altro sono le 2 di notte, quindi dovrei avere sonno, invece sono piu’ sveglia che mai.
Il film ovviamente mette anche al centro l’altro argomento che attrae tutta l‘umanita’: il sesso! Visto in quel film lo fa sembrare bellissimo e che a poco a poco diventa solo macchinoso, senza alcun significato e senza entusiasmo. E’ vero: l’entusiasmo non dura per sempre… ma perche’? Me lo chiedo da parecchio tempo: perche’ dopo un po’ non troviamo piu’ eccitante la persona che abbiamo accanto? Perche’ vorremmo scioglierci nella persona piu’ sexy incontrata negli ultimi giorni? Tra l’altro ci sentiamo pure in colpa per queste sensazioni, perche’ sappiamo benissimo che un tradimento metterebbe a repentaglio tutto quello in cui si e’ sempre creduto. Pero’ come si dice “tutto cio’ che non si puo’ fare o e’ illegale o fa ingrassare o non e’ morale”. Eticamente non e’ morale tradire la persona che ami, se la ami, pero’ rende tutto cosi’... cosi’.... insomma cosi’. Io sono stata tradita, non e’ ne’ un segreto ne’ una novita’... ho sofferto come un cane e non ne ho piu’ voluto sapere di quella persona, pero’ prima che scoprissi tutto ero contentissima del mio ex uomo perche’ era piu’ vivo. Il fatto di sentirsi in colpa o di sapere di non fare la cosa giusta, ti fa comportare come se dovessi riconquistare la persona che hai tradito.. come vedi ritorniamo sempre qui.
La conquista non deve finire mai: dici che la pupa oramai e’ cotta, stracotta, conquistata, tua?
Allora e’ finita!!!!
images:FilmUP.com
me

 


Home Page © Valentina

0 commenti:

Posta un commento

Articoli Correlati