L'era glaciale

Consigliato:  Assolutamente Sì
Title: Ice age  
L'era glaciale
Nazione: USA
Anno: 2002
Genere: Animazione
Durata: 81'
Regia: Chris Wedge
Co-Regia: Carlos Saldanha
Sceneggiatura: Michael Berg
Michael J. Wilson
Peter Ackerman
Soggetto: Michael J. Wilson
Produzione:   Blue Sky Studios, Fox Animation Studios
Scenografia:   Brian McEntee
Montaggio: John Carnochan
Musiche: David Newman
Distribuzione: 20th Century Fox
    
Cast: (voci)  Ray Romano Manfred
John Leguizamo Sid
Denis Leary Diego
Goran Visnjic Soto
Jack Black Zeke
Diedrich BaderLenny
Lorri Bagley Rachel
Jane Krakowsky Jennifer
Tara Strong Sylvia
Cedric the Entertainer Rhino/Carl
   
Doppiatore:
(voci italiane)
  Manfred Leo Gullotta
Sid Claudio Bisio
Diego Pino Insegno
Soto Ennio Coltorti
Zeke Franco Zucca
Lenny Paolo Lombardi
Rachel Stella Musy
Jennifer Francesca Guadagno
Sylvia Alessandra Korompay
Carl Gerolamo Alchieri
    
Doppiaggio:        Dubbing Brthers International Italia

Direzione:

 Marco Guadagno

Assistente:

 Monica Simonetti

Dialoghi Italiani:

 Marco Bardella
 
Disponibile in formato 3D
Sito Web:   www.iceagemovie.com
Al cinema:   24 Aprile 2002

Trama
:
All'inizio dell' Era Glaciale, tre creature assolutamente mal assortite si ritrovarono coinvolte per caso in una straordinaria avventura. Sid, un bradipo chiacchierone, Manny, un mammouth triste e malinconico, e Diego, un tigre dai denti a sciabola, si riuniscono anche se contro voglia per per aiutare un bambino a tornare da suo padre alla sua tribù.
Cinema-Tv
La mia recensione
Voto
Bellissimo!
Mi stupisco di come si possa etichettare questo film solo come "divertente": certo, ci sono delle scene simpatiche e spassose, soprattutto quelle che vedono coinvolti il bradipo e lo scoiattolo, ma non si può definire semplicemente "divertente" questo film. E' ben altro il messaggio che la pellicola ci vuole trasmettere: l'amicizia, la fraternità anche fra specie diverse, che contrasta con l'atteggiamento degli uomini, che uccidono gli animali per farsi le pelli, il gruppo-branco, nel senso buono del termine. Ci sono scene molto toccanti e commoventi, soprattutto nella parte finale.
Concordo con chi dice che, in fin dei conti, questo film può essere apprezzato più dagli adulti che dai bambini.
Frase:
Se si trova una compagna nella vita bisogna esserle fedeli, nel tuo caso grati !
 
L'era glaciale
L'era glaciale
L'era glaciale
L'era glaciale
L'era glaciale
L'era glaciale
L'era glaciale
fonte:filmup.leonardo.it -www.movieplayer.it - www.antoniogenna.net me
Citazione:
Tutto cominciò con Scrat, uno scoiattolo/topo preistorico, che di certo non immaginava quale calamità glaciale avrebbe innescato nel periglioso tentativo di serbare la sua amata ghianda. Ma ventimila anni fa non doveva essere facile fare provviste e, a ben guardare, i pericoli preistorici non erano proprio molto diversi dai nostri: difendersi dalla prepotenza del più forte, muoversi con cautela, evitare le brutte compagnie, affrontare i nemici… In una parola: sopravvivere. Ed è in questa Terra, nella quale la natura incontaminata scandisce i suoi tempi di fuoco e di ghiaccio, che uno “strano” branco si prepara ad affrontare, a modo suo, la grande migrazione: un mammuth, un bradipo, una tigre e un bambino. Davvero un bizzarro gruppo di compagni di viaggio che, durante il loro percorso, si trovano di fronte a mille tragicomici imprevisti, dai trabocchetti naturali alle battaglie “all’ultima piuma” per una fetta di anguria, senza trascurare il fatto che una compagnia così variegata ha non pochi problemi di comunicazione.
Il mondo animale, con la sue regole e la sua fierezza, si contrappone a quello degli umani e un muro di silenzio (gli uomini, infatti, non parlano) sembra dividerli, fino a quando il comune istinto di protezione dei piccoli, primordiale forma d’amore, pare placare le ostilità tra due mondi distanti e ancora troppo sconosciuti gli uni agli altri. L’era glaciale è così una intelligente metafora della crescita e della metamorfosi, in cui alla comicità delle situazioni si alternano momenti di autentica tenerezza.
   
    Scrat



 
Tutti i personaggi sono straordinariamente caratterizzati, non soltanto dalle voci (nella versione italiana i doppiatori sono Leo Gullotta, Claudio Bisio e Pino Insegno) ma dalle incredibili espressioni dei loro volti e, in particolar modo, dei loro sguardi. La paura e la gioia che attraversano gli occhioni di Sid, il bradipo; il dolore che vela quelli di Manny il mammuth; la fierezza e il tradimento che si leggono in quelli di Diego la tigre e la dolcezza innocente che trabocca da quelli del cucciolo di uomo rendono ciascuno di loro assolutamente “vero”. 
Gioiello di animazione, il film di Chris Wedge sposa la tecnologia più sofisticata (da notare l’effetto dell’acqua) con i buoni sentimenti, regalandoci una irresistibile “commedia preistorica” dove non mancano risate e strette al cuore. Parlare di divertimento per bambini è allora solo una scusa. Una scusa per noi adulti che cerchiamo sempre un “alibi” che ci scagioni dal nostro sentirci, in fondo, mai troppo cresciuti. Ma film come questo non possono che “smascherarci”… Finalmente e per nostra fortuna.
tratto da: sezione "Cinema" di SuperEva


Home Page © Valentina

0 commenti:

Posta un commento

Articoli Correlati