Il vedovo

Consigliato:  Sì
Titolo: Il vedovo
Nazione:Italia
Anno:1959
Genere:Commedia
Durata:100'
Regia:Dino Risi

Cast:           Alberto Sordi: Alberto Nardi
Franca Valeri: Elvira Almiraghi in Nardi
Livio Lorenzo: il ragionier Stucchi
Leonora Ruffo: Gioia (l'amante di Nardi)
Nando Bruno: lo zio di Nardi Nanda
Primavera: mamma Italia (la madre di Gioia)
Mario Passante: il commendator Lambertoni
Enzo Petito: il tecnico Fritzmayer
Ruggero Marchi: il commendator Fenoglio
Gigi Reder: l'avvocato Girondi
Consalvo Flirt: l'assistente dell'avvocato Girondi
Angela Luce: Margherita (la figlia del fattore)
Ignazio Leone: il portiere
Rosita Pisano: la segretaria di Nardi
Alberto Rabagliati: se stesso
Ignazio Dolce: l'autista della signora Almiraghi

il vedovo
  Andrea De Pino: l'ufficiale giudiziario
Gastone Bettanini: "Carlon"
Carlo Di Maggio: il dott. Vinelli
Paola Patrizi: la vecchia che dice "Era tanto bbbuona!!"
Eugenio Maggi: il frate del cardellino
   
Produttore: Edgardo Cortese, Elio Scardamaglia, Cino Del Duca
Sceneggiatura: Rodolfo Sonego, Fabio Carpi, Sandro Continenza, Dino Verde, Dino Risi
Distribuzione: Paramount Pictures

Trama:
Alberto Nardi è un industriale romano sposato con la ricchissima Elvira Almiraghi, un’abile donna d’affari che lo tiranneggia e gli rinfaccia continuamente la sua incapacità a gestire il denaro. Ma poi, per una fatale casualità, il treno su cui viaggia Elvira ha un incidente e fra i passeggeri non rimangono superstiti; Alberto, convinto di essere rimasto vedovo, si dà alla pazza gioia, fino a quando sua moglie non ricompare…
Cinema-Tv
La mia recensione
Voto
Molto bello! Rivisto con piacere questa sera...
Nel 1959 Dino Risi, uno dei massimi esponenti della grande commedia all’italiana, ha realizzato una delle sue pellicole più famose e di maggior successo, “Il vedovo”, terza collaborazione fra il regista di “Poveri ma belli” ed il mitico attore romano Alberto Sordi, che qui interpreta il ruolo di un industriale spiantato e non particolarmente capace, incessantemente deriso dalla propria “dolce metà”. Al fianco di Alberto Sordi, che come al solito veste i panni del tipico italiano medio un po’ sfortunato, contraddistinto da una buona dose di cinismo e di subdola cattiveria, troviamo una strepitosa Franca Valeri (all’anagrafe Franca Maria Norsa), perfetta nella parte della moglie ricca e dispotica verso la quale il protagonista proietta i propri sogni di “vedovanza”.
Sordi e la Valeri, entrambi già diretti da Risi nel film “Il segno di Venere” (1955), prestano il volto a due coniugi che vanno tutt’altro che d’amore e d’accordo, e fra i quali si è instaurato un rapporto di subordinazione in cui a tenere il coltello dalla parte del manico è la signora Elvira, in virtù delle sue cospicue finanze. Le frequenti schermaglie fra Alberto ed Elvira (che gli si rivolge sempre con la frase “Cos’hai, cretinetti?”) sono a dir poco gustose, e le ventiquattr’ore trascorse dal presunto “vedovo” convinto della tragica dipartita della moglie, con tanto di esequie interrotte sul più bello, suscitano risate a volontà. Esilarante anche la parte finale del film, in cui Alberto, deciso a sbarazzarsi dell’odiata consorte, organizza un omicidio studiato nei minimi dettagli, servendosi di un ascensore malfunzionante come “arma del delitto”.
In conclusione, Dino Risi ci regala una formidabile commedia nera, decisamente divertente, che non esita a calcare il pedale sui toni del grottesco dando vita a situazioni irresistibili e ad una serie di gag spassosissime.
 
il vedovo
il vedovo
il vedovo
il vedovo
il vedovo
Una lode di merito ai due attori protagonisti, Sordi e la Valeri, che grazie ad un’efficace caratterizzazione dei rispettivi personaggi riescono a rendere questo film un vero e proprio gioiello di comicità, da riguardare ancora oggi con grande piacere.

fonte:  filmdvd.dvd.it - Personal


Home Page © Valentina

1 commenti:

Paolo - Roma ha detto...

Film meraviglioso con un grande Sordi, e con la più grande attrice comica italiana di sempre , Franca Valeri.

Posta un commento

Articoli Correlati